rotate-mobile
L'agguato di Capodanno / Naro

"Litiga col vicino di casa, spara e colpisce un passante": condannato 81enne

Sei anni di reclusione a Ignazio Iacolino per l'accusa di tentato omicidio con la doppia aggravante della premeditazione e dei futili motivi

Sei anni di reclusione per le accuse di tentato omicidio, con la duplice aggravante dei futili motivi e della premeditazione, e per ricettazione della pistola. Sono stati inflitti dal giudice per l'udienza preliminare Micaela Raimondo nei confronti di Ignazio Iacolino, 81 anni, di Naro, che, lo scorso Capodanno, avrebbe sparato all'indirizzo di un vicino di casa, con cui aveva avuto un litigio colpendo al piede, invece, un passante dopo che due persone lo bloccarono e atterrarono.

Alla sentenza di condanna si è arrivati dopo che lo psichiatra Leonardo Giordano, incaricato dal gup, su richiesta del legale dell'imputato Diego Giarratana, di eseguire una perizia, ha escluso qualsiasi vizio di mente. 

Iacolino, per sparare all'indirizzo del vicino con cui pare avesse avuto un contrasto legato ad un'infiltrazione d'acqua dalla parete, avrebbe usato una pistola con una matricola abrasa e pedinato la vittima, che si trovava nei pressi di un bar del paese, facendo il giro con la sua auto e passando davanti ben quattro volte. 

Dopo avere impugnato la pistola, secondo la ricostruzione dell'episodio, è stato disarmato da due passanti ma nella concitazione ha esploso un colpo di pistola che ha colpito un passante al piede.

Sia la vittima mancata che il ferito si sono costituiti parte civile con l'assistenza degli avvocati Giuseppe Vinciguerra e Amedeo Aquilino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Litiga col vicino di casa, spara e colpisce un passante": condannato 81enne

AgrigentoNotizie è in caricamento