menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una pattuglia di carabinieri durante un controllo

Una pattuglia di carabinieri durante un controllo

"Sorpresi a rubare due tonnellate di legna", tre arresti

Gli uomini avevano già tagliato e selezionato alcuni alberi di pino da un terreno di proprietà di una fondazione religiosa. La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario

Sono stati sorpresi a rubare più di due tonnellate di legna. Tre braccianti agricoli sono stati arrestati in flagranza, nella tarda serata di ieri, dai carabinieri della stazione di Naro.

Si tratta di Calogero Di Salvo, 43 anni, di Campobello di Licata; Vito Di Salvo, 21 anni, pure lui di Campobello di Licata e di Mihai Botezatu, 48 anni, romeno, domiciliato a Campobello. I tre dovranno rispondere dell'ipotesi di reato di furto aggravato in concorso.

I carabinieri, nel corso di un servizio di perlustrazione delle aree rurali del territorio di Naro, hanno sorpreso in contrada “Fratel Gerardo” i tre uomini che, dopo aver tagliato e selezionato alcuni alberi di pino dall’interno di un fondo di proprietà di una fondazione religiosa, sarebbero stati intenti a caricare circa 2300 chili di legna a bordo di un autocarro OM 40.

Quando hanno visto sopraggiungere la pattuglia di carabinieri, i tre hanno tentato - ricostruiscono dalla compagnia dell'Arma di Licata - di darsi alla fuga, ma sono stati bloccati e portati in caserma. La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario.

Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati accompagnati nelle rispettive abitazioni in attesa dell’udienza di convalida. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento