menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Picchiò e rapinò in casa un'anziana", arrestato un romeno

Il ventenne è stato bloccato, dai carabinieri, in esecuzione di un'ordinanza firmata dal giudice per le indagini preliminari

Rapina aggravata e lesioni personali in concorso. E' per queste ipotesi di reato che un romeno ventenne, bracciante agricolo residente a Canicattì, è stato arrestato dai carabinieri in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip del tribunale di Agrigento. Alexandru Ionut Ungureanu è stato ritenuto responsabile della rapina messa a segno, in contrada Mintina fra Camastra e Naro, il 15 aprile del 2018, ai danni di un'anziana pensionata. A tradirlo è stata una impronta digitale.  

Picchiata e rapinata in casa da 3 malviventi, 75enne finisce in ospedale

Ad occuparsi delle indagini prima e dell'arresto negli ultimi giorni sono stati i carabinieri della stazione di Naro, coordinati dal comando compagnia di Licata. L'arresto è stato effettuato con il supporto della sezione Radiomobile della compagnia di Canicattì. Il 15 aprile del 2018, in tre, incappucciati e armati di una spranga, fecero irruzione nell'abitazione della settantacinquenne chiedendole di consegnare quanto di valore ci fosse in casa. La donna fu, allora, costretta a consegnare tutto l’oro e i soldi che aveva in casa. I rapinatori portarono via anche una cassapanca, forse antica, e l’autovettura di proprietà dell’anziana: una Toyota Aygo. 

IL VIDEO "Rapina in casa di un'anziana", tradito da impronta digitale: arrestato 20enne

I tre non esitarono, per incutere terrore, a picchiara l'anziana che riportò traumi al viso, traumi che, all'epoca, vennero giudicati guaribili in 10 giorni circa.

Decisivi per le indagini, sono stati i rilievi tecnici effettuati, sulla vettura rinvenuta, dai carabinieri specializzati nelle indagini scientifiche ed in servizio al nucleo investigativo di Agrigento. Infatti, durante gli accertamenti svolti, i militari dell’Arma sono riusciti a esaltare una buona impronta digitale. Immediato l’invio al Ris di Messina, che a seguito di accertamenti attraverso le banche dati, ha dato conferma del match positivo. L’impronta è infatti risultata appartenere al romeno. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'accademia delle Belle arti dona quindici quindici quadri al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento