menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Costantin Pinau

Costantin Pinau

Bracciante ucciso a colpi di zappa: parte processo di appello per padre e figlio

In primo grado Vasile Lupascu, 45 anni, e il figlio Vladut Vasile, 20 anni, sono stati condannati a 30 anni per l'omicidio del 37enne Costantin Pinau

In aula con due mesi di ritardo a causa dell’emergenza Coronavirus: mentre in Corte di assise, ad Agrigento, si avvia alla conclusione il processo di primo grado ad Anisoara Lupascu, la quarantenne madre e moglie degli altri due imputati, la vicenda giudiziaria a carico dei due uomini, che hanno scelto il giudizio abbreviato, approda in appello.

Il processo, che in un primo momento doveva prendere il via mercoledì, è stato aggiornato al 29 giugno davanti alla prima sezione della Corte di assise di appello di Palermo. Il gup di Agrigento, Francesco Provenzano, l'11 luglio scorso, ha condannato a 30 anni di reclusione Vasile Lupascu, 45 anni, e il figlio Vladut Vasile Lupascu, 20 anni, accusati del brutale omicidio, a colpi di zappa e spranga, dell’agricoltore trentasettenne Costantin Pinau.

Il giudice ha riqualificato, invece, l'accusa di tentato omicidio ai danni della moglie, colpita a sua volta nel tentativo di difendere il marito, da tentato omicidio a lesioni. La circostanza, insieme alla scelta del giudizio abbreviato, ha evitato ai due imputati la condanna all'ergastolo. I difensori, gli avvocati Diego Giarratana e Salvatore Pennica, hanno impugnato il verdetto che sarà adesso ridiscusso. La ricostruzione dell’episodio sembrava chiara dopo poche ore. L'agguato, al culmine di una serie di litigi per motivi mai del tutto messi a fuoco, è avvenuto l'8 luglio del 2018 davanti all'abitazione di Naro della vittima. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento