Disabile picchiato e incatenato al letto dagli zii, gip dispone incidente probatorio

La coppia è accusata pure di avere sottratto circa 65mila euro dai conti del nipote trentenne

Il momento della liberazione del disabile da parte dei carabinieri

Disabile incatenato e picchiato dagli zii tutori che gli avrebbero pure sottratto 65mila euro facendoli transitare su un loro conto. Il gip del tribunale di Agrigento, Luisa Turco, ha disposto l'incidente probatorio per sentire in aula la presunta vittima. L'udienza è stata fissata per il 10 luglio. I due indagati sono stati arrestati il 25 ottobre e tornati liberi il 25 aprile per scadenza dei termini di custodia cautelare. 

La coppia, difesa dagli avvocati Teresa Alba Raguccia e Mauro Tirnetta, è finita in un primo momento in carcere - con le accuse di maltrattamenti e sequestro di persona - e poi è stata posta, dal tribunale del riesame, agli arresti domiciliari con l'applicazione del braccialetto elettronico.

Nei loro confronti, il 25 aprile, essendo scaduti i termini di custodia cautelare, il giudice ha disposto l'obbligo di dimora a Pavullo del Frignano (Modena) dove gli stessi avevano chiesto di trascorrere i domiciliari nell'abitazione di alcuni familiari. Nei loro confronti è stato disposto pure l'obbligo di rientrare in casa dalle 20 alle 8. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento