menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

Incendiata l'auto di un pensionato, identificato il piromane: è il vicino di casa di 87 anni

Le fiamme sono state domate, in circa due ore, dai pompieri. La Peugeot 307 è però andata completamente distrutta. I carabinieri hanno denunciato l'anziano per danneggiamento aggravato

Nessun dubbio, non questa volta. L’incendio che ha distrutto la Peugeot 307 di proprietà di un pensionato settantaduenne è di matrice dolosa. Dell’attività investigativa, indirizzata a dare un nome e cognome al piromane che ha appiccato il fuoco, si sono occupati i carabinieri della stazione di Naro, coordinati dal comando compagnia di Licata. Ed è stata un'attività investigativa più che brillante visto che nel giro di pochissime ore, i carabinieri di Naro sono riusciti ad individuare l'autore dell'incendio auto. E' stato infatti denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento, un pensionato 87enne. Si tratta di un vicino di casa del settantaduenne. Fra i due vi sarebbero stati dissidi per futili motivi. 

Il rogo si è sviluppato alle 4 circa, in centro storico, nei pressi di via Duomo, laddove l’utilitaria era stata lasciata parcheggiata. Scattato l’allarme, sul posto sono accorsi i vigili del fuoco e i carabinieri. I primi, idranti alla mano, hanno lavorato fino alle 6,30 circa per avere la meglio sulle fiamme prima e per mettere tutto in sicurezza dopo. La Peugeot 307 è stata comunque distrutta.

I carabinieri della stazione di Naro si sono occupati del sopralluogo per provare a recuperare eventuali taniche o bottiglie sospette o eventuali inneschi. Nulla di tutto questo sarebbe stato ritrovato, eppure l’ipotesi investigativa privilegiata risultava essere proprio quella dolosa. I carabinieri, stando a quanto è emerso, avrebbero già acquisito le immagini dei sistemi di video sorveglianza che potrebbero dare il giusto input all’inchiesta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento