Condannato per omicidio viola gli arresti domiciliari: 20enne portato in carcere

Lo scorso luglio, il gup Francesco Provenzano gli aveva inflitto 30 anni di reclusione. Il giovane ha però violato la misura cautelare

Ha violato, secondo l’accusa di carabinieri e Procura, la misura cautelare degli arresti domiciliari. In esecuzione di un provvedimento di aggravamento, firmato dal gip del tribunale di Agrigento, i militari dell’Arma hanno arrestato, e portato alla casa circondariale “Di Lorenzo” di Agrigento, Vladut Vasile Lupascu, 20 anni, originario della Romania, ma residente a Naro. Si tratta del giovane che lo scorso luglio venne condannato, dal gup del tribunale di Agrigento Francesco Provenzano, a 30 anni di reclusione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Uccisero bracciante a colpi di zappa e spranga", condannati a 30 anni padre e figlio

Proprio il ventenne e il padre: Vasile Lupascu, 45 anni, anche lui condannato alla stessa pena, sono stati accusati del brutale omicidio, a colpi di zappa e spranga, dell’agricoltore trentasettenne Pinau Costantin. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Gruppetto di tunisini sbarca a San Leone: i migranti scappano a gambe levate

  • Tenta di bloccare tunisino in fuga da Villa Sikania e viene aggredito: poliziotto finisce in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento