Cronaca Naro

Distrutto vigneto con 2.500 piante: è il secondo caso in una settimana

Quando il maxi danneggiamento – che ha provocato danni stimati in circa 30 mila euro – è avvenuto non è chiaro. Delle indagini si stanno occupando i carabinieri

Hanno tagliato i tiranti di tre tendoni e 2.500 piante di uva da tavola senza frutto. Nel giro di una settimana, a Naro, è stato messo a segno un altro – il secondo – danneggiamento di vigneto. Quasi identiche, rispetto al primissimo raid, le modalità adottate dai delinquenti. La scoperta è stata fatta martedì e subito il proprietario del fondo agricolo, su cui è impiantato il vigneto, ha presentato una denuncia – a carico di ignoti – alla caserma dei carabinieri di Naro.

Quando il maxi danneggiamento – che ha provocato danni stimati in circa 30 mila euro – è avvenuto non è invece chiaro perché su quell’appezzamento di terreno, in contrada Grazia San Nicola, il proprietario non metteva piede da circa una settimana. I carabinieri, acquisita la denuncia a carico di ignoti, hanno immediatamente avviato le indagini. Non ci sono certezze, è naturale, ma appare veramente inusuale che, nell’arco di una settimana circa, si siano registrati due fatti quasi analoghi. Nel precedente raid, tagliando i tiranti di sostegno, erano state danneggiate circa mille piante da uva da tavola. E allora il danno provocato fu quantificato in 20 mila euro circa. Fra i due raid potrebbe esserci un collegamento? Questo uno dei tanti interrogativi che, nelle ultime ore, si stanno ponendo gli investigatori. E’ stata avvisata, anche in questo caso, la Procura della Repubblica di Agrigento. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distrutto vigneto con 2.500 piante: è il secondo caso in una settimana

AgrigentoNotizie è in caricamento