Cronaca

Poca acqua dal Tre Sorgenti, il sindaco alza la voce: "Adesso basta, pronte azioni legali"

Maria Grazia Brandara attacca: "Gli obblighi contrattuali non vengono rispettati"

Il sindaco Maria Grazia Brandara

"A Naro manca l’acqua da tre giorni e da alcune settimane arriva in misura insufficiente (massimo 13,5 litri al secondo) rispetto a quella spettante (20 litri) e questo stato di cose non è più sopportabile per i cittadini naresi che stanno davvero vivendo giorni di esasperazione". 

Lo dice il sindaco di Naro, Maria Grazia Brandara, che attacca: " Di chi la colpa? Del consorzio Tre Sorgenti, di cui peraltro il Comune di Naro non fa parte, ma che è obbligato a fornire al Comune di Naro l'acqua che riceve dal Fanaco per destinarla appunto, obbligatoriamente ed esclusivamente, alla centrale narese di sollevamento idrico di “Margiovitale”  tramite apposita bretella di adduzione. Perché il “Consorzio Tre Sorgenti” non rispetta i suoi obblighi verso il Comune di Naro?".

Il Comune di Naro, secondo quanto fa sapere l'ente con una nota, "ha in corso di studio la proposizione di un’azione legale sia in sede penale (per assicurare la cessazione di eventuali reati di cui la comunità narese potrebbe essere vittima) sia in sede civile (per il risarcimento dei danni subiti, compresi quelli arrecati agli impianti di Margiovitale)". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poca acqua dal Tre Sorgenti, il sindaco alza la voce: "Adesso basta, pronte azioni legali"

AgrigentoNotizie è in caricamento