rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
La tragedia / Naro

Crolla il tetto di un magazzino, 39enne colpito in testa: è morto in ospedale

Pare che fosse ancora cosciente - nonostante l'importante trauma cranico - quando è giunto in ospedale da dove i medici hanno subito allertato la centrale operativa del 118 che da Caltanissetta avrebbe dovuto inviare un elisoccorso. Non c'è stato però nemmeno il tempo

Crolla il tetto di un magazzino, in via Gran Priorato a Naro, e muore un trentanovenne, padre di due bambini.  

L'uomo, Michele Di Gerlando, subito dopo il crollo, è stato soccorso - dai vigili del fuoco del distaccamento di Canicattì - e trasferito, d'urgenza, all'ospedale "Barone Lombardo". Pare che fosse ancora cosciente - nonostante l'importante trauma cranico - quando è stato soccorso dai sanitari del 118, ma è spirato lungo la strada prima di arrivare al nosocomio canicattinese da dove i medici avevano già allertato la centrale operativa del 118 che, da Caltanissetta, avrebbe dovuto inviare un elisoccorso. Non c'è stato però nemmeno il tempo perché il trentanovenne è spirato.

A Naro, per dare supporto alle squadre dei vigili del fuoco, sono intervenuti in zona via Dante, in via Gran Priorato per la precisione, anche i carabinieri della locale stazione che sono coordinati dal comando compagnia di Licata. 

Pare che il trentanovenne, Michele Di Gerlando, stesse facendo dei lavori in un magazzino, che si trova sotto il suo laboratorio di vetraio, che era di sua proprietà. All'improvviso - ma tutto è ancora in corso di accertamento e ricostruzione da parte dei carabinieri - gli è caduta addosso una trave con parte del solaio. 

Il sindaco della città, Maria Grazia Brandara, è stata sul luogo della tragedia e, adesso, sotto choc, si sta recando in ospedale: al "Barone Lombardo" di Canicattì dove è rimasta la salma. "Oggi Naro piange la morte di un onesto lavoratore. Una tragedia che ha colpito tutta la comunità - ha scritto il sindaco Brandara - . Ci stringiamo famiglia e ai figli ancora piccoli in questo momento di dolore che è condiviso da ogni narese".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crolla il tetto di un magazzino, 39enne colpito in testa: è morto in ospedale

AgrigentoNotizie è in caricamento