Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In strada come all'ippodromo: denunciati i due fantini, sequestrati soldi ed elevate multe

Risulta essere ancora al vaglio degli inquirenti - in merito al reato di scommesse illegali - la posizione degli spettatori. Fra i 38 uomini bloccati durante la corsa clandestina di cavalli, anche dei minorenni

 

I due fantini verranno denunciati alla Procura della Repubblica per aver violato il divieto di organizzare competizioni fra animali. Risulta essere, inoltre, ancora al vaglio degli inquirenti - in merito al reato di scommesse clandestine - la posizione degli spettatori. A tracciare il bilancio, quasi 24 ore dopo la maxi operazione della polizia che permesso il contrasto del fenomeno di corse clandestine di cavalli, è stata la Questura di Agrigento.

Confermato il sequestro di denaro per oltre 2.500 euro e dei due cavalli che sono stati affidati in custodia giudiziale in attesa degli esami tossicologici finalizzati a individuare eventuali tracce di sostanze dopanti. La polizia Stradale, che ha partecipato alla maxi operazione, ha contestato infrazioni al codice della strada per oltre 3 mila euro.

Corse clandestine di cavalli a Naro: salgono a 60 le persone portate in caserma

All'alba di ieri, i poliziotti della Squadra Mobile, quelli della Scientifica, quelli dell'Upgsp e della Stradale sono intervenuti in contrada Ciccobriglio di Naro, in un tratto di isolato di una strada provinciale. Gli agenti della Squadra Mobile hanno circondato un gruppo di soggetti che stavano partecipando ad una gara tra due cavalli con calesse, gara a cui assistevano numerose persone, anche minorenni.

Tutti i 38 soggetti presenti sono stati bloccati, identificati, e in seguito accompagnati in Questura.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento