Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Naro

"Trovati 36 lavoratori in nero in un vigneto": scattano tre arresti

A finire nei guai – nell’ambito di questa operazione indirizzata al contrasto del “caporalato” – è stato un imprenditore di 44 anni e due romeni: uno di 40 anni e l’altro di 42

Tre persone – un imprenditore e due romeni – sono state arrestate e poste ai domiciliari. Elevate sanzioni per oltre 50 mila euro. E’ l’esito di quello che è stato – nelle campagne fra Naro e Camastra – un vero e proprio blitz anticaporalato, blitz realizzato dalla Squadra Mobile della Questura di Agrigento, dai poliziotti del commissariato di Canicattì e da quelli della Scientifica sempre di Agrigento. Del fascicolo d’inchiesta si sta occupando il sostituto procuratore Gloria Andreoli. 

Nelle campagne fra Naro e Camastra, in un vigneto, i poliziotti hanno trovato ben 36 operai, fra cui due minorenni. A quanto pare si trattava – per tutti 36 – di lavoratori in nero. Operai che si stavano occupando, per conto di una ditta che produce e commercializza uva, di preparare i vigneti per una migliore coltivazione dell’uva. Quando il blitz è scattato, i poliziotti sono riusciti ad accerchiare la zona e ad evitare che qualcuno riuscisse ad allontanarsi. A finire, dunque, nei guai – nell’ambito di questa operazione indirizzata al contrasto del “caporalato” – è stato un imprenditore di Naro di 44 anni e due romeni: uno di 40 anni e l’altro di 42, entrambi residenti a Canicattì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Trovati 36 lavoratori in nero in un vigneto": scattano tre arresti

AgrigentoNotizie è in caricamento