Cronaca

"Arma clandestina utilizzata per un suicidio", arrestato ventiduenne

Le indagini dei carabinieri hanno permesso di scoprire che il giovane, in concorso con il defunto, avrebbe detenuto illecitamente la pistola Beretta calibro 9 corto e munizioni

Una pattuglia di carabinieri (foto archivio)

"Concorso in detenzione abusiva di arma clandestina e munizioni". E' per questa ipotesi di reato che i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Licata - in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del tribunale di Agrigento, su richiesta della Procura della Repubblica - hanno arrestato George Aurel Andronic, 22 anni, romeno residente a Naro.  

Lo scorso 20 gennaio, a Naro, si è suicidato un pastore romeno. E lo ha fatto utilizzando un'arma clandestina. I militari dell'Arma, naturalmente, avviarono subito le indagini. Attività investigativa che ha portato a scoprire che il ventiduenne, in concorso con il defunto connazionale e coetaneo, avrebbe detenuto illecitamente l'arma: una pistola Beretta calibro 9 corto e relative munizioni.

Il ventiduenne romeno arrestato è stato portato alla casa circondariale di contrada Petrusa ad Agrigento.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Arma clandestina utilizzata per un suicidio", arrestato ventiduenne

AgrigentoNotizie è in caricamento