Musso contro Venuti: "La gestione commissariale non ha risolto le criticità"

L'avvocato riscontra una serie di presunte violazioni anche di natura penale rispetto alle quali il manager non sarebbe ancora intervenuto

Con o senza commissario prefettizio, la gestione del servizio idrico integrato continua ad essere “vessatoria” per i cittadini di Agrigento.  A dirlo, in una lunga lettera inviata al commissario di Girgenti Acque Gervasio Venuti ma anche a vari organi di controllo e istituzioni, è l’avvocato agrigentino Lillo Massimiliano Musso.

Il legale, noto per le sue coraggiose ed aspre posizioni sul tema della gestione dei servizi pubblici, a partire proprio da quello idrico, punta i dito contro l’ex manager Asp, sostenendo che “sotto la sua gestione non si sta percependo alcun cambiamento”, soprattutto con riferimento alle modalità con cui la società chiede il pagamento delle spettanze che l’avvocato non esita a definire “estorsive”. Girgenti Acque non garantirebbe inoltre la quota minima d’acqua pro capite prevista nella legge regionale sull’acqua (50 litri per persona). In tal senso Musso chiede che il commissario provvedesse a verificare l’adempimento anche degli obblighi degli amministratori pubblici e, soprattutto, lo rimprovera di aver “firmato procure alle liti per resistere in giudizi civili ove espressamente si riferisce di conclamati episodi di tentata truffa nei confronti dei cittadini e di frode in pubbliche forniture in virtù della convenzione con l'assemblea dei comuni”.  “Ci si chiede – aggiunge ancora - in che maniera si possa ritenere mutata la gestione della Società se identiche sono le manifestazioni di essa tra il prima e il ‘dopo Campione’". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’avvocato, nell’elencare una gran quantità di presunte violazioni di natura penale, chiede “un immediato e forte impegno del commissario, il quale, subentrato al precedente legale rappresentante, rappresenta la società privata con le medesime responsabilità di chi lo ha preceduto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 59 nuovi positivi nell'Agrigentino: ci sono anche insegnanti e studenti, è raffica di scuole chiuse

  • Regione, firmata l'ordinanza: centri commerciali e outlet chiusi la domenica pomeriggio e coprifuoco dalle 23

  • Tragedia a Villaseta: giovane si toglie la vita, avviate le indagini

  • Coronavirus: "pioggia" di casi tra Agrigento, Favara, Ribera e Sciacca

  • Amministrative, Franco Miccichè il nuovo sindaco: vittoria a valanga su Firetto

  • Coronavirus: 17 positivi in provincia, ci sono pure 6 alunni e 2 insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento