rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Movida / San Leone

Musica ad alto volume e oltre l'orario consentito, residenti di San Leone in rivolta: intervengono i carabinieri

Nel corso degli ultimi giorni, interventi di questo genere sembrano moltiplicarsi a dismisura. I militari dell’Arma fanno staccare gli impianti sonori di tutti quei locali che disturbano la quiete pubblica, riportando di fatto la quiete

Musica ad alto volume e oltre l'orario consentito. Residenti di San Leone, sia del lungomare Falcone-Borsellino che del viale Delle Dune in particolar modo, inferociti. Sono dovuti intervenire, dopo che la centrale operativa è stata letteralmente tempestata da chiamate, i carabinieri. E non è stato il primo ed unico episodio perché interventi di questo genere, nel corso degli ultimi giorni, sembrano moltiplicarsi a dismisura. I militari dell’Arma che sono riusciti a far staccare l’impianto sonoro di tutti quei locali della movida che disturbavano la quiete pubblica, riportando di fatto la quiete. Un “copione” che purtroppo si ripete, tanto in centro quanto nel rione balneare, nonostante le “salate” multe elevate.

Da un lato, ci sono i residenti che reclamano il diritto di dormire e riposare in casa propria. Dall’altro, ci sono i gestori dei locali serali, tipici appunto della movida, che provano a mettere in moto l’economia offrendo svago e divertimento ai giovanissimi e non soltanto.

Due “fronti” che, purtroppo, sono sempre stati inconciliabili. E in mezzo, naturalmente, ci sono le forze dell’ordine che sistematicamente accorrono – specie, appunto, durante il fine settimana – da un capo all’altro per cercare di ripristinare l’ordine ed evitare il cosiddetto disturbo della quiete pubblica. La linea tenuta, da parte di tutte le forze dell’ordine, fino ad ora è stata dura. Specie durante il periodo estivo, statisticamente, fioccano sanzioni, ma anche denunce alla Procura. La necessità di contemperare le diverse esigenze, inevitabilmente, si ripropone, specie in questo momento dell’anno. L’estate è, di fatto, ancora lunga.

Sia i carabinieri del nucleo Operativo e Radiomobile, quanto i poliziotti della sezione Volanti, intervengono, e lo fanno tempestivamente, nel momento in cui al numero unico d’emergenza, il 112, arrivano le segnalazioni dei residenti. Segnalazioni che “parlano”, tutte, di musica ad alto volume e, sempre più spesso, anche di impianti stereo accesi praticamente fino all’alba. Viene, naturalmente, subito fatta staccare la musica, identificati titolari dei locali e, se dal caso, anche i dj e poi scattano anche le sanzioni, che sono anche di migliaia di euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musica ad alto volume e oltre l'orario consentito, residenti di San Leone in rivolta: intervengono i carabinieri

AgrigentoNotizie è in caricamento