rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Beni culturali, il museo "Griffo" si rifà il "look": dopo anni si riorganizzano le esposizioni

Il Parco ha affidato alcuni incarichi a tecnici de settore per rivedere la collocazione delle opere e i criteri con cui sono distribuite

Le visite nel tempo non sono cresciute, nonostante i turisti che attraversano la Valle dei Templi nel tempo siano lievitati significativamente.

Il museo "Griffo", adesso, punta a rivedere i propri allestimenti per diventare più "attrattivo" ma anche semplicemente più moderno e razionale rispetto alle regole imposte per le esposizioni museali. Così la direzione del Parco ha già dai mesi scorsi manifestato la volontà di riorganizzare i percorsi di fruizione interni che furono pensati dall’archistar Franco Minissi. Un’impostazione che appare, dato il trascorrere degli anni, ormai vetusta e poco “accattivante” per l’utenza.

“E’ un’idea che in realtà coltiviamo da tempo, fin da quando il museo fu affidato al Parco – spiegava al nostro giornale il direttore Roberto Sciarratta -. Si tratta ovviamente di una scelta coraggiosa che dovrà avere la giusta copertura finanziaria".

Copertura che è stata trovata, tanto che il Parco ha affidato adesso alcuni incarichi a tecnici specializzati nella progettazione di spazi museali, i quali forniranno adesso un progetto di revisione che dovrà ovviamente essere finanziato con nuovi importi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beni culturali, il museo "Griffo" si rifà il "look": dopo anni si riorganizzano le esposizioni

AgrigentoNotizie è in caricamento