rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Si lavora per creare un museo del mare visitabile anche da terra

L'idea è stata ribadita dal nuovo Soprintendente del mare, Patrizia Li Vigni, moglie del compianto Sebastiano Tusa

Un museo del mare fruibile, comunque, anche dalla terraferma graze a sistemi di telerilevamento e le ultime tecnologie.

A rilanciare l'idea è stata ieri il soprintendente del mare Patrizia Li Vigni, come racconta l'edizione odierna del quotidiano La Sicilia. La possibilità di un itinerario di questo tipo era stata in realtà già accennata quando Li Vigni, moglie del compianto assessore regionale Sebastiano Tusa, venne ad Agrigento per ritirare un premio conferito alla memoria da parte della "Strada degli scrittori".

Nasce il primo Antiquarium del Mare in città: è nella Valle dei templi

Più che un museo, l'idea sarebbe quella di un percorso sottomarino che valorizzi i reperti nel posto in cui sono stati trovati, consentendo a chi non è in condizioni di immergersi, di poterli ammirare anche senza doversi bagnare grazie alle tecnologie oggi esistenti. Il progetto, comunque, è ancora in una fase embrionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si lavora per creare un museo del mare visitabile anche da terra

AgrigentoNotizie è in caricamento