rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Abbandonarono rifiuti alla zona industriale, pioggia di multe da 300 euro

I fatti contestati risalgono al 2017 e vennero utilizzate delle riprese con videocamere nascoste che hanno portato ad una vasta indagine a carico di 40 imprenditori locali

Denunciati per aver contribuito a creare un'ampia discarica nel cuore della zona Asi tra Favara e Aragona, arrivano anche le richieste di pagamento per le violazioni di tipo ambientale.

A far partire i provvedimenti di ingiunzione di pagamento è stato il Libero Consorzio di Agrigento. Si tratta di richieste da 300 euro ciascuna e sono connesse all'abbandono di rifiuti di vario tipo: da "comuni" sacchi neri a scatolini delle loro aziende e scarti vegetali.

I fatti contestati risalgono al 2017, quando i carabinieri del Centro Anticrimine Natura avviarono dei controlli con sistemi di videosorveglianza nella zona di via Miniera Ciavolotta dove veniva periodicamente creata un'enorme discarica abusiva. Quelle attività "fotografarono" un sistematico abbandono di ogni tipo di pattume e consentirono di individuare una quarantina di persone che hanno ricevuto nel 2019 un avviso di conclusione delle indagini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandonarono rifiuti alla zona industriale, pioggia di multe da 300 euro

AgrigentoNotizie è in caricamento