menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Macchine abbandonate e depuratori che non funzionano: "pioggia" di sanzioni

Numerose multe sono state disposte dal Libero consorzio per violazioni ambientali commesse in tutta la provincia

Violazioni ambientali, "pioggia" di richieste di pagamento da parte del Libero consorzio comunale. In questi giorni l'ex provincia ha infatti avviato le procedure necessarie a ottenere da soggetti a vario titolo accusati di mancato rispetto delle norme, il versamento delle sanzioni previste.

Tra queste ricorrente è soprattutto la contestazione dell'abbandono su pubblica via di vecchie auto non utilizzate, le quali per legge devono essere consegnate ad un centro di raccolta autorizzato qando le condizioni delle stesse le rendono un "relitto-rifiuto".

Deposito a cielo aperto di carcasse di auto: scatta sequestro e denuncia

Tre in particolare i casi giunti alla fase dell'ingiunzione di pagamento in questi giorni: due riguardano automobili e una terza interessa un mezzo a tre ruote. In tutti e tre i casi, i proprietari dovranno versare mille euro all'ente.

Depuratori fuori regola e scarichi privati abusivi: multe per 56mila euro

Ben più salate le sanzioni comminate invece nei confronti di un'amministrazione comunale e di una società di gestione del servizio idrico (entrambe omissate dal Libero consorzio) che erano accusate di non aver operato nel modo corretto nella gestione di altrettanti depuratori.

Mentre in un caso è stato rilevato il "mancato rinnovo dell'autorizzazione allo scarico", con una multa da 6mila euro, in un altro caso si è contestato il superamento dei limiti previsti per quanto riguarda gli scarichi, con una sanzione comminata da 4mila e 500 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento