Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Il depuratore non è regolare, sanzionato anche un sindaco

Un verbale da 4500 euro è stato emesso dal Libero consorzio di Agrigento nei confronti sia della Girgenti acque che del primo cittadino pro tempore di Campobello di Licata

Il depuratore scarica liquami dai parametri fuori scala e manca di alcune importanti opere, arriva una maxi multa - l'ennesima - per Girgenti Acque, che però, per una volta, vedrà partecipare in solido anche un sindaco.

Depuratore non in regola, maxi multa per l'impianto di Siculiana

Il Libero consorzio di Agrigento ha infatti firmato una sanzione da 4500 euro nei giorni scorsi connessa alle alterne vicende dell'impianto di Campobello di Licata. All'origine di tutto ci sono, come è accaduto più volte in passato, i controlli realizzati dall'Arpa nel 2014, che allora rilevarono l'assenza di  pozzetti di prelievo dei campioni e di misuratori di portata, cui si aggiungeva l’assenza della cosiddetta barriera vegetale e il superamento dei limiti tabellari nei valori delle acque depurate.

Depuratore Favara, confermato il diniego delle autorizzazioni allo scarico

Come da consuetudine è stato consentito agli accusati di fornire un memoriale difensivo, ritenuto “irrilevante" (che potrà poi essere impugnato in sede successiva) e la sanzione è stata elevata non solo a carico del solito Giuseppe Giuffrida, ex vertice di Girgenti Acque e responsabile del settore depurazione, ma, anche, del "sindaco pro tempore" del Comune di Campobello di Licata, che, salvo errori, dovrebbe essere l'attuale primo cittadino, Gianni Picone. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il depuratore non è regolare, sanzionato anche un sindaco

AgrigentoNotizie è in caricamento