Cronaca

Voglia di socialità e vita, infischiandosene dell'aumento di contagi da Covid: folla oceanica in via Atenea .. con mascherina dimenticata

Giovani, ma non soltanto, nella serata di ieri, sembravano aver scordato - visto l'incremento di ricoveri - due cose fondamentali: mantenere la distanza sociale e indossare, in caso di impossibilità a star lontano dagli altri, l'ormai tanto odiata protezione contro il virus

La zona gialla sembrerebbe essere stata soltanto rinviata. Secondo i dati Agenas, il rischio per Sardegna e Sicilia sta salendo vertiginosamente. Nessun rinvio invece, e molto spesso neanche nssuna accortezza, per la voglia di normalità, socialità ... di vita. Via Atenea, ieri sera, fino a tardi, risultava essere letteralmente invasa da giovani e non soltanto. In tanti, tantissimi, erano seduti nei locali e sorseggiavano aperitivi o drink. Una folla oceanica, invece, si snodava - fra passeggio, risate e dunque vita - lungo la strada. Una folla oceanica composta da tantissimi giovani, ma non soltanto, che avevano dimenticato due cose fondamentali: mantenere la distanza sociale e indossare, in caso di impossibilità a star lontano dagli altri, l'ormai tanto odiata mascherina anti-Covid. 

Agrigento - stando al bollettino dell'Asp diramato stamattina, ma relativo alla giornata di sabato, - è a 192 positivi. Ma nella città dei Templi, per una cena o semplicemente per un po' di movida, si arriva frequentemente anche, ad esempio, da Favara che è a 320 contagiati, da Porto Empedocle che è a 91, da Raffadali che è a quota 55. 

Coronavirus, il bollettino dell'Asp: una nuova vittima (293 in totale) e 91 contagiati

Le nuove restrizioni, visto che la Sicilia sarà veramente la prima regione a tornare in zona gialla per l'elevato numero di casi di Coronavirus e dove all'alto numero di focolai segue anche un elevato numero di ricoveri, sono in arrivo. Ma, per intanto, ieri sera, in via Atenea, erano soltanto in pochissimi a tenere conto dei rischi. Chi lo ha fatto, ha cercato di allontanarsi - indossando la mascherina - rapidamente dalla bolgia. Per il resto, fino a notte fonda, in cerca di spensieratezza e vitalità (e chi può dargli torto!), i giovani hanno continuato a vivere. Le pattuglie di carabinieri prima e polizia dopo hanno effettuato i controlli, troppo complicato però per soli due agenti a pattuglia mettersi a richiamare tutti alla presa di coscienza e di consapevolezza e dunque ad indossare la mascherina anti-Covid. 

E si sono anche rivelati inutili i tanti, ripetuti, appelli lanciati, quasi settimanalmente, dal commissario straordinario dell'Asp, Mario Zappia, che s'è anche, più volte, detto sconvolto per quello che succede - per una movida senza regole, quasi come se il Covid non esistesse, - nelle piazze e nelle strade del capoluogo e non solo. Contagi e ricoveri aumentano, ma per i tanti che ieri sera affollavano via Atenea - vaccinati e non - sono "fatti degli altri". Intanto, la Sicilia non resterà ancora per molto zona bianca. Naturalmente, quando scatteranno le restrizioni di quella gialla, un po' tutti - compresi coloro che attualmente se ne infischiano del Covid - torneranno a lamentarsi per la rigidità delle limitazioni.  

  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voglia di socialità e vita, infischiandosene dell'aumento di contagi da Covid: folla oceanica in via Atenea .. con mascherina dimenticata

AgrigentoNotizie è in caricamento