rotate-mobile
Cronaca

Morìa di anatre e pesci alla foce del fiume Akragas, l'Asp: é stato un batterio

È l'associazione MareAmico a comunicare l'esito delle analisi, realizzate sulle carcasse degli animali, e rese note nei giorni scorsi nel corso di una interrogazione parlamentare

"La presenza del batterio clostridium, delle sue tossine e delle acque malsane presenti nel fiume Akragas hanno causato la moria delle anatre e dei pesci" verificatasi qualche mese addietro in contrada Maddalusa. È l'associazione MareAmico a comunicare l'esito delle analisi, condotte sulle carcasse degli animali, realizzate dall'Asp di Agrigento, e rese note nei giorni scorsi rispondendo ad una interrogazione parlamentare.

Moria anatre fiume Akragas, esclusa l'aviaria

L'accertamento da parte dell'istituto zooprofilattico, nell'esemplare esaminato ha rivelato "la positività all'escherichia coli nel cuore e di clostridi nel fegato, in particolare quest'ultima sembra essere la causa di morte più probabile, se messa in correlazioni a condizioni di alta temperatura ambientale e scarsa ossigenazione delle acque, che possono avere causato una proliferazione di questi batteri e conseguente sviluppo di tossine".

Residenti preoccupati per le morti misteriose
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morìa di anatre e pesci alla foce del fiume Akragas, l'Asp: é stato un batterio

AgrigentoNotizie è in caricamento