rotate-mobile
"Falso e omicidio colposo"

Il cestista agrigentino morto per un malore durante la partita, il processo si terrà a Messina

La decisione a quasi tre anni dalla tragica scomparsa del 32enne Haitem Fathallah avvenuta a Reggio Calabria. Accolta l’eccezione di incompetenza territoriale

Si terrà a Messina il processo sulla morte di Haitem Fathallah, il cestista stroncato da un malore nell'ottobre 2021 durante il match tra Dieere Reggio Calabria-Fortitudo Messina. Il procedimento era stato aperto nel tribunale reggino al termine delle indagini svolte dalla Procura. Tre gli imputati per falso e omicidio colposo, si tratta del: medico Pietro Giorgianni e poi Patrizia Bragalenti e Claudio Cavalieri, all'epoca dei fatti rispettivamente presidente e allenatore del team messinese in cui militava lo sfortunato 32enne agrigentino. I due sono difesi dai legali difesi Vincenzo Corona e Annarita Fraioli  del foro di Roma.

Tragedia durante una partita di basket, muore giocatore della Fortitudo Messina: era agrigentino

Il giudice per l'udienza preliminare  di Reggio Calabria Tommasina Cotroneo ha accolto la richiesta di incompetenza territoriale avanzata dagli avvocati Alessandro Billè e Alessandro Faramo che assistono Giorgianni. Tutti gli atti sono stati quindi inviati a Palazzo Piacentini dove l'iter ripartirà dall'inizio con una nuova udienza preliminare. La famiglia Fathallah si era costituita parte civile con lo studio legale “Pennica&associati” di Agrigento. 

Fathallah vantava oltre 250 presenze nei campionati senior di basket.

Nato ad Agrigento, dopo avere giocato con Porto Empedocle, Racalmuto e Licata, era arrivato a Messina nella stagione 2016/2017, militando prima nella Basket School e successivamente nella Fortitudo Messina.

(fonte: MessinaToday)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cestista agrigentino morto per un malore durante la partita, il processo si terrà a Messina

AgrigentoNotizie è in caricamento