"Morta perché la sofferenza cardiaca fu scambiata per asma", parte processo a medico

I familiari di Maria Concetta Taglialavore, deceduta a 57 anni nel 2014, si sono costituiti parte civile

Dopo il marito e la figlia, anche i fratelli di Maria Concetta Taglialavore, la donna di 57 morta l’8 maggio del 2014, secondo l’accusa per una sofferenza cardiaca non diagnosticata, si costituiscono parte civile.

Il processo è iniziato oggi davanti al giudice monocratico Alfonso Pinto e i familiari, difesi dall’avvocato Giuseppe Scozzari, sono entrati nel processo e otterranno il risarcimento dei danni in caso di condanna dell’imputato. Si tratta del medico del pronto soccorso del San Giovanni di Dio, Paolo Gulotta, 42 anni, che – secondo quanto ipotizzato dalla Procura – avrebbe scambiato una sofferenza cardiaca per una semplice asma. La paziente, invece, morì per un infarto del miocardio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I familiari sostengono che la donna, nonostante fossero evidenti i sintomi di una sofferenza cardiaca, sarebbe stata curata per un disturbo asmatico con una terapia che avrebbe anche potuto aggravare i disturbi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento