Cronaca

Anziana morta in ospedale dopo caduta da barella, i consulenti del pm: "Incidente decisivo"

Secondo i medici che hanno eseguito l'autopsia, l'incidente può avere inciso sul decesso dell'ottantunenne Carmela Randisi, aggravando le patologie che già aveva. Quarantatrè gli indagati: scagionati molti sanitari

"Le gravi lesioni post-traumatiche riportate dalla paziente a seguito della caduta dalla barella provocarono un significativo peggioramento del suo già compromesso quadro clinico generale. E' possibile, quindi, ammettere un nesso di causalità materiale tra I'evento traumatico e la morte".

Sono le conclusioni dei medici Maria Francesca Berlich ed Eugenio Vinci, consulenti del pubblico ministero Alessandra Russo, in seguito trasferita alla Procura di Catania, incaricati di fare luce sulle cause della morte di una donna di 81 anni di Porto Empedocle, Carmela Randisi, caduta da una barella dell'ospedale San Giovanni di Dio da dove aveva tentato di alzarsi per andare in bagno mentre attendeva di essere visitata. La donna morì due settimane dopo, in seguito ad una doppia frattura riportata a spalla e femore.

Quarantatrè fra medici e infermieri dell'ospedale San Giovanni di Dio e della clinica Sant'Anna di Agrigento sono stati iscritti dalla Procura della Repubblica nel registro degli indagati con l'accusa di omicidio colposo in ambito sanitario.

Il magistrato, che aveva aperto un'inchiesta dopo la presentazione di una querela da parte dei familiari della donna, assistiti dagli avvocati Giuseppe Zucchetto e Salvatore Cusumano, ha disposto l'autopsia  che ha messo dei punti fermi. 

La donna è morta il 30 maggio dell'anno scorso alla clinica Sant'Anna, due giorni dopo essere stata trasferita dal San Giovanni di Dio. Il 14 maggio, secondo la ricostruzione dell'episodio, sarebbe arrivata in ospedale con l'ambulanza per dei problemi di natura cardiaca. Mentre si trovava in attesa al pronto soccorso, sarebbe caduta dalla barella dove era stata collocata fratturandosi la spalla e il femore.

Il 28 maggio, dopo un intervento chirurgico, venne deciso il trasferimento alla clinica Sant'Anna per curare meglio i postumi della frattura ma morì dopo 48 ore. I consulenti, adesso, scagionano i sanitari della clinica e di altri reparti dell'ospedale ad esclusione di quello di turno al pronto soccorso per il quale avanzano dei dubbi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziana morta in ospedale dopo caduta da barella, i consulenti del pm: "Incidente decisivo"

AgrigentoNotizie è in caricamento