rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Morbillo killer, due casi in Sicilia: perde la vita un uomo anche nell'Agrigentino

Il dato emerge dal bollettino bimestrale dell'Istituto superiore di sanità, vittima "non era vaccinata e presentava, al momento dell’infezione, alcune patologie di base che ne compromettevano il sistema immunitario”

Il morbillo, malattia che si pensava essere stata debellata, torna ad uccidere nella nostra provincia con un’incidenza superiore rispetto al resto d’Italia. L’allarme lo lancia l’Istituto superiore di sanità nel bollettino bimestrale della sorveglianza integrata morbillo-rosolia.  

Secondo quanto riportato dall’istituto di sanità, in questi primi otto mesi del 2018, si registrano due decessi di adulti, 29 e 51 anni, avvenuti uno in provincia di Agrigento e l’altro in provincia di Caltanissetta, nei mesi di aprile e maggio, picco di massima incidenza. “Entrambi i soggetti, la cui morte è avvenuta per arresto cardiocircolatorio - si legge nel bollettino –  non erano vaccinati e presentavano, al momento dell’infezione, alcune patologie di base che ne compromettevano il sistema immunitario”.

Il Video  - Razza "Un piano straordinario per le vaccinazioni"

I casi sono stati resi noti adesso poiché, nonostante la sorveglianza preveda l’aggiornamento degli esiti a distanza di 30 giorni dalla segnalazione, a volte l’accertamento della causa di morte può richiedere tempi più lunghi.L’ultima morte accertata per morbillo di un agrigentino risaliva al settembre 2017. Nel settembre di quell’anno, il bollettino dell’Istituto superiore si sanità, diffondeva la notizia del decesso di un 41enne agrigentino all’ospedale “Ferraroto” di Catania per morbillo. Le condizioni di salute dell’uomo, non vaccinato, con un carcinoma al polmone, erano precipitate nel giro di pochi giorni dalla comparsa dell’esantema, fino al decesso. 

Adesso, a distanza di un anno, un nuovo bollettino dell’ISS, lancia l’allarme morbillo nella provincia di Agrigento. La Sicilia, secondo i dati pubblicati risulta essere la prima tra le Regione in cui la presenza del morbillo è in aumento. Se i casi accertati in tutto il territorio nazionale, dal 1 gennaio al 31 agosto 2018, sono in totale 2.248, la Sicilia con i suoi 1.116 casi ha l’incidenza più elevata (333 casi per milione di abitanti), portando, con i due decessi segnalati, ad un totale di 10 dall’inizio del 2017 (6 decessi nel 2018 e 4 nel 2017). Solo pochi mesi fa, aprile 2018, l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, era intervenuto, incontrando i direttori dei dipartimenti di prevenzione dell'Asp, quelli di Epidemiologia e profilassi, le centrali operative del 118, il referente biocontenimento e Sicurezza sanitaria regionale e il responsabile del dipartimento Prevenzione dell'assessorato alla Salute, dopo la morte del bimbo di 10 mesi a Catania, quarto caso di decesso dal dicembre 2017, per dare il via ad una campagna di vaccinazioni per arrestare o quanto meno diminuire l’incidenza della malattia in Sicilia. 
Ma a distanza di pochi mesi, il morbillo, in Sicilia e nell’Agrigentino continua a uccidere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morbillo killer, due casi in Sicilia: perde la vita un uomo anche nell'Agrigentino

AgrigentoNotizie è in caricamento