Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Un monumento dedicato a Marco Pantani: la proposta di "Servire Agrigento"

Ha attraversato la Valle dei Templi in più occasioni. Nel 1999 per la partenza del Giro d'Italia poco prima del controllo antidoping

Dopo la proposta del Codacons di conferire la cittadinanza onoraria a Sophia Loren, arriva quella del movimento politico "Servire Agrigento" che vorrebbe realizzare in città un monumento dedicato a Marco Pantani.
“Di fronte all’effimera e inutile corsa a conferire cittadinanze onorarie che nasconde spesso e volentieri la voglia di apparire di alcuni sindaci - si legge in una nota del coordinatore provinciale Raoul Passarello - proponiamo all’amministrazione comunale di Agrigento un concorso di idee per la realizzazione di una scultura in onore di Marco Pantani da collocare in un tratto in salita del territorio comunale (una soluzione potrebbe essere via Panoramica dei templi) proprio ad esaltarne lo spirito eroico e leggendario dello sfortunato campione di ciclismo morto prematuramente nel 2004”. 

Riteniamo che si tratti di un tributo ad un grande campione il cui nome è legato anche alla città dei Templi  Forse non tutti sanno che Marco Pantani è stato tra gli azzurri in gara al Campionato del mondo su strada disputato nello splendido scenario della Valle dei Templi nel lontano 1994, l’anno della consacrazione dopo un 2° posto al Giro d’Italia. Cinque anni dopo, il 15 maggio del 1999, il “Pirata” è stato ad Agrigento per la partenza dell’82esimo Giro d’Italia, quello del trionfo annunciato rivelatosi purtroppo l’inizio della fine: fermato a Madonna di Campiglio prima della partenza della penultima tappa in seguito a dei controlli antidoping quando si apprestava a rivincere il secondo Giro d’Italia consecutivo. Da lì in poi un inferno sportivo e umano conclusosi con la morte avvenuta in circostanze ancora misteriose”. 
“La realizzazione di una scultura - conclude Passarello - sarebbe un modo per ricordare anche ad Agrigento le imprese, l’eternità e la grandezza di un campione che ha fatto sognare gli appassionati di ciclismo e ha avvicinato tanta gente al mondo delle due ruote. La leggenda sportiva dell’uomo solo al comando come stimolo per ciascuno a vincere le battaglie della vita”.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un monumento dedicato a Marco Pantani: la proposta di "Servire Agrigento"

AgrigentoNotizie è in caricamento