rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022

A Porta di Ponte un monumento contro il femminicidio, l'assessore Lala: "Sia da monito per non dimenticare"

All'inaugurazione della stele erano presenti tra gli altri anche i familiari di Antonella Ferro e Antonella Alfano, le giovani assassinate rispettivamente dall'ex fidanzato e dall'ex compagno

“In memoria di tutte le donne vittime di violenza affinchè le loro storie non affondino nel silenzio ma risveglino coscienze e civiltà”. Questo è il testo dell'epigrafe voluta dal Comune di Agrigento a porta di ponte per sensibilizzare l'opinione pubblica contro la piaga del femminicidio.

“Questo monumento – dice l'assessore comunale Roberta Lala che ha promosso l'iniziativa – è stato piazzato nel cuore della città perchè deve essere un simbolo della memoria e che serva come monito per non dimenticare quello che è successo”.

All'inaugurazione del monumento contro il femminicidio erano presenti tra gli altri anche i familiari di Antonella Ferro e Antonella Alfano le giovani assassinate rispettivamente dall'ex fidanzato e dall'ex compagno. “Credo nella giustizia” – dice dai microfoni di AgrigentoNotizie la madre di Antonella Alfano, Giovanna Saieva.

Video popolari

A Porta di Ponte un monumento contro il femminicidio, l'assessore Lala: "Sia da monito per non dimenticare"

AgrigentoNotizie è in caricamento