Travolto e ucciso dalla sua motozappa: muore un pensionato

L’anziano, approfittando della bella giornata di sole, era andato nel suo appezzamento di terreno e si era subito messo al lavoro. Stava arando quando, all’improvviso, si è verificato l’incidente

(foto ARCHIVIO)

Ucciso dalla sua motozappa. Tragedia ieri, in contrada Baracca, nel quartiere satellite di Montaperto. A perdere la vita è stato un pensionato di 78 anni, Girolamo Gibilaro. Sul posto, in un appezzamento di terreno, dopo che è scattato l’allarme da parte dei familiari, si sono precipitati i carabinieri e i vigili del fuoco. Non c’è stata alcuna possibilità di soccorso per l’anziano che è, purtroppo, deceduto sul colpo. La salma è anche rimasta incastrata fra le lame della motozappa e i pompieri, seppur con notevoli difficoltà, sono riusciti a liberare il corpo del settantottenne.

L’anziano pensionato, approfittando della bella giornata di sole, ieri mattina, era andato nel suo appezzamento di terreno – in contrada Baracca a Montaperto – dove si era subito messo al lavoro. Stava arando un pezzo di terreno, cosa che, verosimilmente, aveva già fatto tante altre volte. Poi, all’improvviso, l’incidente. Non è chiaro come si sia potuto verificare, ma il settantottenne è rimasto incastrato nella motozappa che lo ha, di fatto, ucciso.

Ad ora di pranzo, i familiari non vedendolo rientrare come d’abitudine in casa, si sono preoccupati prima e allarmati – con il passare del tempo – dopo. Sapendo dove si trovava il proprio congiunto, i familiari del settantottenne sono andati in contrada Baracca dove hanno fatto la terribile scoperta. E’ stato subito lanciato l’Sos e nel rione satellite di Agrigento - a Montaperto - si sono precipitati i carabinieri e i vigili del fuoco del comando provinciale. Erano le 14,40 circa quando i pompieri raccoglievano la richiesta di intervento. Precipitatisi sul posto, sia i pompieri che i militari dell’Arma hanno appurato che per il pensionato, purtroppo, non c’era più nulla da fare.

Mentre i militari dell’Arma avviavano la ricostruzione di quanto avvenuto, i vigili del fuoco si mettevano subito al lavoro per cercare di disincastrare il corpo dell’anziano. Un lavoro durato circa un paio d’ore. La salma del pensionato settantottenne veniva poi riconsegnata al dolore e allo strazio dei familiari che, naturalmente, mai avrebbero potuto immaginare che un’ordinaria giornata di lavoro in campagna si sarebbe trasformata in una tragedia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento