menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto archivio

foto archivio

Stalking fra donne e pietrate contro i vigili urbani, al via il processo

Imputata una 69enne con l'accusa di avere minacciato di morte e perseguitato la presidente di un circolo femminile

Stalking, danneggiamento e calunnia: i contrasti fra due donne sfociano in veri e propri atti persecutori. Quattro anni dopo le presunte aggressioni, la vicenda approda in aula per il processo. L'imputata, davanti al giudice Agata Anna Genna, è Onofria Zambito, 69 anni, di Montallegro.

La vicenda risale al settembre del 2016. La donna sarebbe entrata in contrasto con la presidente di un circolo femminile del paese, sua parente nonché vicina di casa. I contrasti si sarebbero aggravati fino al punto che la presunta vittima, costituita parte civile con l'assistenza dell'avvocato Fabio Inglima Modica, avrebbe avuto pure paura a uscire da casa per timore di aggressioni. Insulti, minacce di morte e pedinamenti persino in pizzeria dove la rivale stava festeggiando il compleanno.

Il 22 settembre l'episodio più grave: Onofria Zambito si sarebbe presentata al comando della polizia municipale con un mattone in mano con cui avrebbe danneggiato tre porte in segno di disappunto perchè i vigili, a suo dire, non la stavano tutelando dalla sua rivale. All'ultima udienza sono stati ascoltati l'ispettore presente quel giorno e due socie del circolo che hanno confermato gli atteggiamenti persecutori dell'imputata. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento