"Ha tutti i permessi in regola", il Tar salva stabilimento di Bovo Marina

Una denuncia dell'associazione ambientalista Mareamico aveva fatto scattare la chiusura del chiosco. La struttura, nell'attesa della decisione di merito, resta aperta

Il Tar tiene aperto uno stabilimento

Un'ordinanza del Tar scongiura la chiusura di uno stabilimento balneare di Bovo Marina, nel territorio di Montallegro. La struttura era stata chiusa dopo un esposto dell'associazione ambientalista "Mareamico" sulla base del quale la Sovritendenza aveva emesso un provvedimento di "riimessione in pristino", chiedendo in sostanza di abbatterlo perchè non sarebbe stato in regola con le autorizzazioni. 

LEGGI ANCHE: Il Tar boccia la Soprintendenza, due stabilimenti resteranno aperti

Già in prima battuta il Tar Sicilia, pronunziandosi su ricorso di due titolari di altrettanti stabilimenti, aveva sospeso l'esecuzione dei provvedimenti repressivi, condannando anche la Soprintendenza al pagamento delle spese giudiziali. Adesso, il Tar Sicilia ha esaminato il ricorso proposto da E.S., 41 anni, di Montallegro, rappresentato e difeso dagli avvocati Girolamo Rubino, Vincenzo Airò e Calogero Marino, il quale aveva subito la contestazione di presunte difformità rispetto al progetto inizialmente presentato, oltre alla asserita mancanza di autorizzazione paesaggistica.

LEGGI ANCHE: Stabilimenti balneari a Bovo Marina, la Soprintendenza: "Non erano in regola"

Il Tar inizialmente aveva ordinato alla Soprintendenza l'esibizione di tutti gli atti consequenziali alla presentazione dell'esposto. Dai documenti risultava una richiesta di variante alla quale non era stata data una risposta e che il titolare interpretava come "silenzio assenso". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Tar Sicilia di Palermo, confermando il precedente orientamento, ritenendo fondate le censure formulate dagli avvocati Rubino, Airò e Marino, ha sospeso l'esecuzione dell'ordinanza di rimessione in pristino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Gruppetto di tunisini sbarca a San Leone: i migranti scappano a gambe levate

  • Tenta di bloccare tunisino in fuga da Villa Sikania e viene aggredito: poliziotto finisce in ospedale

  • Lunghe attese al pronto soccorso? Scoppia il tafferuglio, 4 feriti: pure 2 infermieri

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento