Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Mobilità sostenibile, M5S: "Proposte interessanti ma poco realizzabili"

Oggi incontro aperto alla cittadinanza sul Pums all'ex Collegio dei Filippini, voluto dal sindaco Firetto per garantire la massima partecipazione e condivisione

L'ex Collegio dei Filippini

Un incontro aperto alla cittadinanza sul Piano urbano della mobilità sostenibile si terrà oggi alle 18 all'ex Collegio dei Filippini di Agrigento. La convocazione, aperta a tutta la cittadinanza, è stata voluta dal sindaco Lillo Firetto, per garantire la massima partecipazione e condivisione sull'argomento.

"Quanto proposto dalla Sintagma per il Piano urbano della mobilità ad Agrigento - scrive Eros Bartolomeo, ingegnere del meetup del M5S 'Attivisti con le stelle per Agrigento' - è di sicuro interesse e, per certi versi, lungimirante. Un lavoro fatto abbastanza bene e che va a coprire molti dei punti problematici della nostra città. Dispiace notare che, nonostante questo andrà a dare benefici agli stakeholder, portatori di interesse, poco o niente sia stato da loro portato sul tavolo di lavoro nonostante le buone intenzioni iniziali".

"Tante belle idee ma che, purtroppo, non tutte saranno molto verosimilmente realizzabili - si legge in una nota - . Parliamo, ad esempio, delle corse dell'ipotetico tram previste nella tratta Agrigento Bassa – Agrigento Centrale. Chi è stato presente alle riunioni, come il sottoscritto, ha sentito della impossibilità da parte dello stakeholder Rfi a dare la disponibilità di condivisione della propria rete ferroviaria per diversi motivi, da quello strutturale a quello organizzativo per via degli orari non sempre compatibili: va realizzato su una propria sovrastruttura. Ma è presente sul Pums, è una delle strategie per rendere più allettante il trasporto pubblico a quello privato, incentivandolo in tal senso, ma ciò risulta, ahinoi, irrealizzabile".

"Oppure - prosegue la nota del M5S - come per la tratta prevista fino all'ospedale San Giovanni Di Dio, evitando agli avventori del nosocomio la mulattiera, ehm, strada che ci divide. Ciò per il fatto che i comuni coinvolti sono tre: Agrigento, Favara ed Aragona. Certamente non va tralasciata questa idea ma va ridiscussa insieme a tutti i comuni che vengono attraversati da queste importanti strutture viarie. Cosa che è stata ampiamente discussa con i presenti ma la bozza è rimasta tale".

"Si notano inoltre alcune sbavature - prosegue l'ingegnere - , è evidente dai 'sondaggi' fatti ai 'turisti' di Raffadali o Cammarata (andrebbero, ad esempio, estesi ai 'veri' turisti, quelli che frequentano la Valle dei Templi o il museo archeologico o ai clienti di Hotel e B&B) o alla prevista rotatoria del quadrivio (le misure usate ed i disegni vanno ad invadere le proprietà private oltre all'aiuola accanto al tabacchino, dimostrano la mancanza di un rilievo topografico), o ai conteggi delle auto in ingresso ed in uscita dalla città fatti con strumentazione sicuramente onerosa, ma per limitati periodi temporali (perchè non usare la collaborazione di Google per rilevare la miriade di dati in loro possesso tramite gli smartphone? Lo fa già, con il rilievo del traffico in tempo reale, ma i dati rimangono solamente a loro".

"Utilissimo e prezioso il lavoro di ricerca e catalogazione sugli stalli esistenti in tutto il territorio cittadino - scrive l'attivista del M5S - . Non ritengo utile né necessario perseguire e ampliare l'offerta di parcheggio nel centro cittadino in quanto ciò è deleterio per il trasporto pubblico e per la fluidità del traffico all'interno della città: più parcheggi, significano più auto che circolano alla ricerca di essi, soprattutto quelli gratuiti. Benissimo l'uso degli stalli in periferia e l'intermodalità proposta, anche con sistemi ettometrici, minibus o con bus a chiamata nel caso di zone con meno passeggeri. Qui deve essere la Tua a dare una mano ed a offrire i propri suggerimenti sulla base delle esperienze acquisite in città".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità sostenibile, M5S: "Proposte interessanti ma poco realizzabili"

AgrigentoNotizie è in caricamento