rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca

Il mistero di Punta Bianca, l'inchiesta non è chiusa: servirebbero testimonianze

Chiunque sappia qualcosa o abbia visto qualcosa - Punta Bianca in questo periodo dell'anno è molto frequentata, in qualsiasi ora del giorno e della sera, - può rivolgersi, contribuendo a fare chiarezza sull'accaduto, alla polizia

L'inchiesta non è chiusa. Per chiarire il "mistero" di Punta Bianca - dove è stato ritrovato cadavere, mercoledì pomeriggio, l'agrigentino di 30 anni, Nicolò Conti, - servirebbero delle testimonianze, dei racconti da parte di qualcuno che possa aver visto - il giorno della sua scomparsa, all'inizio del mese, - il giovane Nicolò Conti e magari anche il momento della manovra azzardata - se tale è stata - che ha fatto finire, con le ruote posteriori, la sua Fiat Panda rossa in un fossato.

Chiunque sappia qualcosa o abbia visto qualcosa - Punta Bianca in questo periodo dell'anno è molto frequentata, in qualsiasi ora del giorno e della sera, - può rivolgersi, contribuendo a fare chiarezza sull'accaduto, alla polizia di Stato. Agli agenti della Squadra Mobile, nello specifico.

Il trentenne è morto per un malore improvviso    

Nonostante l'autopsia abbia provveduto a mettere dei punti fermi nell'inchiesta, per i poliziotti ci sono però ancora tanti interrogativi. Domande alle quali vogliono dare una risposta: cosa era andato a fare il trentenne a Punta Bianca? Era solo? O con qualcuno? Come, perché, la Fiat Panda rossa è finita, con le ruote posteriori, dentro il fossato? Conti ha chiesto aiuto, o no, per rimettere sulla strada sterrata l'auto? E' certo che il giovane non aveva con se il telefono cellulare, che aveva lasciato a casa. Il mistero della Fiat Panda rossa, di fatto, sembra essere rimasto. Ed è un mistero che non è di poco conto.

Il mistero della Fiat Panda rossa 

In casi del genere, chiunque sappia qualcosa o abbia visto qualcosa può contribuire - con quello che potrebbe apparire anche come un racconto insignificante - alle indagini svolte sul campo, in maniera meticolosa, dai poliziotti della Squadra Mobile che sono coordinati dal dirigente Giovanni Minardi.      

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mistero di Punta Bianca, l'inchiesta non è chiusa: servirebbero testimonianze

AgrigentoNotizie è in caricamento