rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Sezione anticrimine / Licata

“Minacciava e picchiava l’ex moglie senza versare l’assegno di mantenimento”: 57enne pregiudicato ai domiciliari

Intervento della polizia di Stato che ha raggiunto l’uomo per eseguire un’ordinanza di applicazione della misura alternativa alla detenzione in carcere

E’ stato riconosciuto colpevole, dal tribunale di Agrigento con condanna divenuta definitiva, dei reati di violazione degli obblighi economici inerenti la separazione coniugale, minacce gravi, esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle cose e lesioni personali.

Si tratta di un pregiudicato licatese di 57 anni che è stato raggiunto dagli agenti della polizia di Stato per essere condotto agli arresti domiciliari, eseguendo così un’ordinanza di applicazione della misura alternativa alla detenzione in carcere: provvedimenti emessi rispettivamente dal tribunale di sorveglianza di Palermo e dalla Procura della Repubblica di Agrigento.

L’uomo è stato condannato a 4 mesi e 15 giorni di reclusione e al pagamento di 800 euro di multa.

Dopo le formalità di rito, il personale della sezione anticrimine del Commissariato licatese ha condotto il condannato presso la sua abitazione in cui dovrà rimanere ristretto in regime di detenzione domiciliare.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Minacciava e picchiava l’ex moglie senza versare l’assegno di mantenimento”: 57enne pregiudicato ai domiciliari

AgrigentoNotizie è in caricamento