Cronaca Canicattì

Minaccia di dar fuoco a se stesso, a polizia e carabinieri: 32enne ai domiciliari

L'arresto, effettuato nei pressi della stazione ferroviaria di Canicattì, è stato convalidato dal giudice per le indagini preliminari

Il gip del tribunale di Agrigento ha convalidato l'arresto del trentaduenne di Canicattì che sabato mattina ha minacciato di darsi fuoco e di dar fuoco ai due poliziotti che tentavano di bloccarlo e alla gazzella dei carabinieri giunta in via Vittorio Emanuele e che ha anche - stando all'accusa - aggredito l’operaio che era addetto alla distribuzione del carburante e una donna che, a suo dire, lo stava riprendendo con il telefonino. 

Minaccia di dar fuoco a se stesso, a polizia e carabinieri e aggredisce benzinaio e donna con il cellulare in mano: arrestato

Il giudice per le indagini preliminari ha disposto a carico dell'indagato gli arresti domiciliari. 

Il trentaduenne – protagonista del caos – era stato arrestato, dalla polizia, e portato - in attesa dell'udienza di convalida - in carcere. Si tratta del canicattinese, già noto alle forze dell’ordine, che, di recente, avrebbe minacciato di morte il commissario capo e alcuni agenti di Canicattì. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia di dar fuoco a se stesso, a polizia e carabinieri: 32enne ai domiciliari

AgrigentoNotizie è in caricamento