rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

Si arrampica fino al balcone delle vicine di casa e le minaccia: "Ti ammazzo e faccio abortire tua figlia", condannato

Il giudice Giuseppe Sciarrotta ha inflitto la pena di un anno e mezzo di reclusione, nonché il risarcimento dei danni patiti dalle parti civili, al 42enne imputato

Il giudice del tribunale di Agrigento, Giuseppe Sciarrotta, ha condannato ad un anno e mezzo di reclusione, nonché al risarcimento dei danni patiti dalle parti civili, un agrigentino di 42 anni. L'uomo, nel novembre del 2019, si è arrampicato su uno dei balconi esterni di un'abitazione dove c'erano due donne, vicine di casa ed ex amiche, ha rotto il vetro della veranda con il bastone di una scopa ed ha tentato di introdursi all'interno della residenza. Cosa che non è successa per cause indipendenti dalla volontà dell'uomo. E' intervenuta infatti, su richiesta, una pattuglia della polizia. In quella circostanza, il 42enne, oggi condannato, brandendo il bastone s'era rivolto ad una delle due donne minacciandola: "Ti ammazzo e faccio abortire tua figlia". Una delle due donne coinvolte rimase ferita e riportò la paralisi del nervo cranico con conseguente paresi dell'emiviso destro, 

Il pm Chiara Bisso aveva chiesto la condanna a 2 anni e 6 mesi di reclusione. L'imputato, difeso dagli avvocati Daniele Re e Agnesa Neculai, è stato invece condannato ad un anno e mezzo. Le parti civili costituitesi sono state rappresentate dall'avvocato Fabio Inglima.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si arrampica fino al balcone delle vicine di casa e le minaccia: "Ti ammazzo e faccio abortire tua figlia", condannato

AgrigentoNotizie è in caricamento