Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

"Minacce, lesioni e stalking alla moglie", revocato il divieto di dimora

Il tunisino già ammonito, lo scorso maggio, dal questore avrebbe continuato a minacciare e ad ingiuriare la giovane compagna

Il tribunale del Riesame di Palermo, accogliendo il ricorso presentato dall'avvocato Giuseppina Ganci, ha revocato la misura cautelare del divieto di dimora ad Agrigento - imposta dal giudice per le indagini preliminari Francesco Provenzano - nei confronti del pluripregiudicato tunisino M. K. accusato di minacce, lesioni  e atti persecutori nei confronti della giovane moglie.

Il tunisino già ammonito, lo scorso maggio, dal questore di Agrigento avrebbe continuato a minacciare e ad ingiuriare la moglie tanto che dopo una nuova denuncia presentata dalla donna ai carabinieri, il tribunale di Agrigento ha ritenuto di applicare il divieto di avvicinamento alla persona offesa. Successivamente, dopo un'ennesima denuncia da parte della donna, è stata applicata la misura del divieto di dimora ad Agrigento.

La difesa - rappresentata dall'avvocato Giuseppina Ganci - ha tuttavia sostenuto l'insussistenza delle esigenze cautelari per condotte moleste tali da non giustificare un aggravamento della misura. Il Riesame ha accolto il ricorso del legale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Minacce, lesioni e stalking alla moglie", revocato il divieto di dimora

AgrigentoNotizie è in caricamento