rotate-mobile
Tribunale

“Tre colpi di pistola contro l'auto di due coniugi": condannato 35enne

Quattro anni e sei mesi di reclusione sono stati inflitti a Gianluca Infantino, accusato di minaccia, danneggiamento e porto illegale di arma

Prima lo minaccia e poi gli spara tre colpi di pistola contro l'autovettura parcheggiata: il giudice monocratico Iacopo Mazzullo ha condannato a 4 anni e 6 mesi di reclusione il 35enne Gianluca Infantino per le accuse di minaccia, porto illegale di arma e danneggiamento.

Infantino, che ha nominato come difensore l'avvocato Gero Lo Giudice, è finito a processo per un episodio avvenuto il 7 giugno del 2018. La presunta vittima è un agrigentino che negli anni scorsi è stato coinvolto, proprio insieme ad Infantino, nell'operazione "I soliti ignoti" che ha disarticolato un giro di droga e rapine.

Infantino, che ha alle spalle una lunga serie di precedenti, armato di pistola, avrebbe minacciato l'uomo che stava rientrando a casa in presenza dei due figli. Quattro giorni più tardi avrebbe esploso tre colpi di pistola all'indirizzo della sua auto posteggiata danneggiando il cofano, il paraurti e il lunotto. 

La pena decisa dal giudice è superiore a quella chiesta dal pubblico ministero che aveva proposto 2 anni e 8 mesi di reclusione. Il giudice ha deciso pure un risarcimento complessivo di circa 15.000 euro per le presunte vittime che si sono costituite parte civile con l'assistenza dell'avvocato Monica Malogioglio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Tre colpi di pistola contro l'auto di due coniugi": condannato 35enne

AgrigentoNotizie è in caricamento