rotate-mobile
Cronaca

Minacce a Brandara, Pd: "Non basta la solidarietà"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

L’atto intimidatorio nei confronti di Maria Grazia Brandara, è l’ennesimo gesto vile verso chi, nella nostra Provincia, lavora per far rispettare la legge. 

La scontata solidarietà da sola non basta più, è necessario che le forze politiche e sociali del territorio facciano sentire con forza che quanti operano nel solco della legalità non sono soli e che non c’è posto per quanti vogliono continuare a violentare le istituzioni con atti delinquenziali e violenti. 

Il PD provinciale e il locale circolo di Licata hanno espresso da tempo con chiarezza una posizione: la legge va rispettata, le sentenze vanno applicate! 

Sulla questione delle case abusive di Licata troppi silenzi, troppi tentennamenti che preoccupano, se la magistratura fa il suo corso, la politica tutta deve avere il coraggio di assumersi la responsabilità di trovare soluzioni. 

Ci auguriamo, che non solo il Partito Democratico, ma anche le altre forze politiche, oltre ad esprimere vicinanza a Mariagrazia, comprendano il grave clima venutosi a creare nella città di Licata e mettendo da parte posizioni di comodo e di campo, rigettino fermamente questo attacco, che non riguarda soltanto la persona del commissario, ma le Istituzioni; chi opera per il bene comune deve avere consapevolezza che la maggioranza dei cittadini è al suo fianco. 

Ci faremo promotori di un’iniziativa per la legalità che veda coinvolti partiti, associazioni, movimenti, cittadini, per rigettare insieme ogni forma di intimidazione e ribadire la volontà e l'urgenza di proseguire l’azione di rinnovamento intrapresa a Licata che non merita, per colpa di pochi, di diventare il simbolo della illegalità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce a Brandara, Pd: "Non basta la solidarietà"

AgrigentoNotizie è in caricamento