Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Odissea finita per i 56 migranti soccorsi dalla Open Arms, sbarcati scalzi sul molo empedoclino

Donne e minori, perlopiù di nazionalità etiope, sono stati trasferiti a Villa Sikania: i restanti 209 saranno trasbordati sulla nave quarantena Rhapsody

 

Dopo circa dieci ore di attesa, la motovedetta CP 860 della Guardia Costiera alle ore 19:32 è entrata in porto con a bordo 56 migranti, donne e minori che erano stati soccorsi in mare dalla Ong spagnola, Open Arms.

La Open Arms è davanti Porto Empedocle, 50 minori a Villa Sikania e adulti sulla "Rhapsody"
Tutti negativi al Coronavirus, i 50 minorenni lasciano la Open Arms

 

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/cronaca/open-arms-porto-empedocle-minori-villa-sikania-adulti-nave-quarantena-trasbordo.html

Odissea finita dunque per il gruppo di migranti, perlopiù di nazionalità etiope, che, dopo essere risultati negativi ai tamponi rapidi, sono stati trasbordati dalla Open Arms alla motovedetta. Subito dopo lo sbarco, i migranti, approdati scalzi, sono stati trasferiti in pullman nella struttura di accoglienza, Villa Sikania di Siculiana dove dovranno osservare il periodo di isolamento previsto dalla normativa anticovid.

Le operazioni di trasbordo dei 209 migranti rimasti momentaneamente a bordo dell’imbarcazione battente bandiera iberica, impegneranno per le prossime ore il personale di  Capitaneria  e Guardia di Finanza che hanno il compito di portarli a bordo della nave quarantena Rhapsody.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento