menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Moby Zazà

La Moby Zazà

Migranti positivi sulla "Moby Zazà", le autorità sanitarie: "La nave esca dal porto e torni in rada"

I 181 extracomunitari che erano assieme ai 28 risultati infettati dal Covid-19 fra due giorni verranno sottoposti ad un nuovo test rino-faringeo. C'è il rischio che il loro tampone, attualmente negativo, possa positivizzarsi con il passare delle ore. Sull'imbarcazione, in sorveglianza sanitaria, c'erano altri 47 profughi

I 181 migranti che erano assieme ai 28 risultati positivi al tampone Covid-19 fra due giorni verranno sottoposti ad un nuovo test rino-faringeo. C'è il rischio, infatti, che il loro tampone, attualmente negativo, possa positivizzarsi con il passare delle ore. I 181 sono stati spostati rispetto a dove si trovano i 28 risultati infettati dal Coronavirus. Secondo quanto reso noto dal Viminale, "i pazienti confermati e sospetti per il Covid-19 sono stati alloggiati in ponti isolati della nave: come previsto dalle linee guida, è stata istituita a bordo una 'zona rossa' in cui il personale può accedere unicamente con dispositivi di protezione individuali completi".

Migranti salvati dalla Sea Watch e imbarcati sulla Moby Zazà: altri 28 sono positivi al Covid

Sulla nave-quarantena "Moby Zazà" - dove fino ad ora non si erano registrati casi di Covid-19 - erano già in sorveglianza sanitaria altri 47 migranti di precedenti sbarchi a Lampedusa. Il gruppo di 47 si trova in un'area diversa rispetto a quella dove erano stati collocati i 211 salvati dalla Sea Watch. Uno dei 211 - colui che è ricoverato a Malattie infettive dell'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta - non è mai salito sulla "Moby Zazà" perché ritenendo sospetto caso di tubercolosi, già nella notte fra domenica e lunedì, era stato trasferito al nosocomio Nisseno. 

Migrante sbarcato dalla Sea Watch risulta positivo al Covid-19: ricoverato a Malattie infettive

Restano in quarantena, in rada di Porto Empedocle, intanto i componenti dell'equipaggio della nave "Sea Watch". Al momento, nessuno di loro - essendo tutti senza alcun sintomo - è stato sottoposto a tampone rino-faringeo. Ma dalla Ong è stato chiesto un secondo tampone per tutti i componenti dell'equipaggio.

Esattamente per come è stata fatta spostare in rada la "Sea Watch", nelle ultime ore (dopo che è arrivato l'esito positivo dei tamponi ndr.), è stato chiesto ufficialmente - dalle autorità sanitarie - che anche la "Moby Zazà" torni in rada davanti a Porto Empedocle e non stia attraccata in banchina. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giornali on line più letti, la classifica della piattaforma Similarweb

Attualità

Solidarietà all'Arma dei carabinieri, bandiere a mezz'asta al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento