rotate-mobile
La preoccupazione / Lampedusa e Linosa

La crisi perdurante di sbarchi e migranti, Musumeci: "Sono solo l'amaro antipasto i 40mila già arrivati da inizio anno"

Il ministro: "Il mio timore riposa su due dati: il primo è quello storico, luglio e agosto sono i mesi di maggior flusso dei migranti. Il secondo è legato all'incertezza della situazione in Tunisia e nel Sudan"

"Abbiamo giustificato motivo per pensare che i 40 e più mila migranti arrivati dal primo gennaio di quest'anno siano soltanto un amaro antipasto”. Lo ha detto a Catania il ministro delle Politiche del Mare e della Protezione Civile Nello Musumeci parlando ai giornalisti a margine di una manifestazione elettorale. Musumeci non ha parlato di Lampedusa che però è, e rimane, la porta d'Europa. E lo dimostrano ciclicamente i numeri di sbarchi e presenze all'interno dell'hotspot. Ma anche il ripetersi di naufragi e recupero di salme.

"Il mio timore - ha continuato Musumeci - riposa su due dati: il primo è quello storico degli anni passati: si è dimostrato che i mesi di luglio ed agosto sono quelli in cui maggiormente si registra il flusso dei migranti. Il secondo dato - ha concluso - è legato all'incertezza della situazione in Tunisia e nel Sudan, alla nuova apertura di rotte dalla Cirenaica e alla grande incognita legata, per capirci, alla rotta di Cutro, quella che parte della Turchia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La crisi perdurante di sbarchi e migranti, Musumeci: "Sono solo l'amaro antipasto i 40mila già arrivati da inizio anno"

AgrigentoNotizie è in caricamento