rotate-mobile
Squadra Mobile / Lampedusa e Linosa

Migranti tornano a Lampedusa dopo espulsione e respingimento: sei arresti

I migranti sono stati posti ai domiciliari all'interno dell'hotspot di contrada Imbriacola

Sei migranti sono stati arrestati, subito dopo l'approdo a Lampedusa, perché tornati in Italia nonostante i decreti di espulsione o respingimento. Tutti, in attesa dell'udienza di convalida, sono stati posti ai domiciliari all'interno dell'hotspot di contrada Imbriacola. Ad eseguire gli arresti sono stati i poliziotti della squadra mobile della questura di Agrigento che sono 365 giorni l'anno presenti nella struttura di primissima accoglienza e pre-identificazione. 

I migranti, a prescindere dalle generalità che declinano al momento della pre-identificazione, vengono fotosegnalati e vengono rilevate le impronte digitali. Ed è proprio grazie a questo iter che è possibile avere certezza categorica se quella persona è già stata presente o meno in Italia. 

Negli ultimi giorni, grazie alle pre-identificazioni, i poliziotti hanno accertato che due stranieri erano tornati, sbarcando appunto a Lampedusa, nonostante fossero stati colpiti da decreto di espulsione e quattro invece avevano a carico un decreto di respingimento. 

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti tornano a Lampedusa dopo espulsione e respingimento: sei arresti

AgrigentoNotizie è in caricamento