rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024

Festa del lavoro ed emergenza migranti, il questore torna a Lampedusa: "Grazie a tutti coloro che servono il Paese"

Emanuele Ricifari ha scelto di trascorrere il primo maggio in una realtà dove impegno e sacrifici non conoscono tregua

"Passerò con orgoglio la 'festa del lavoro' con donne e uomini della polizia che anche oggi prestano servizio facendo ognuno il proprio dovere con disciplina e onore come statuisce la nostra Costituzione per chi ha funzioni pubbliche. Non solo poliziotti, ma anche carabinieri, finanzieri, militari dell’Esercito e della Capitaneria, mediatori culturali, interpreti, volontari di turno, sanitari. Persone che oggi lavorano prestando soccorso, preidentificando, visitando, intervistando, accogliendo i migranti arrivati o in arrivo". Lo ha detto il questore di Agrigento, Emanuele Ricifari, che è appena arrivato a Lampedusa: luogo simbolo dell'emergenza migranti dove il lavoro non conosce alcuna sosta.  

Bimbo perde mamma in naufragio, questore Agrigento: ci impegniamo per dargli una vita di dignità e diritti

E' record di pre-identificazioni di migranti ospiti dell'hotspot, il questore: "Plauso per il grande risultato"

questore agrigento emanuele ricifari

"Con noi e per noi lavorano anche altri come i dipendenti e dirigenti della Prefettura che ad Agrigento anche oggi sono alla disperata ricerca di pullman o di mezzi per trasferire e smistare le tante persone, di tante diverse provenienze, nei centri di accoglienza e nelle case di cura in tutta Italia - ha aggiunto Ricifari - . Oggi noi siamo qui, come in un giorno qualunque e come ieri domenica, a lavorare per il Paese. Non è banale, non è scontato dire loro 'grazie'. Grazie a voi e alle vostre famiglie cui mancherete anche oggi. I nostri cari però sono abituati perché chi sposa o è genitore o figlio o compagno di uno di noi sa cosa facciamo, conosce i sacrifici e l'impegno e condivide con noi anche l’orgoglio di sentirsi utili per tutti, di lavorare per lo Stato che è fatto da tanti di noi. Siamo onorati di lavorare anche oggi - ha concluso Ricifari - . Lo siamo perché diamo così un segno del nostro 'Esserci sempre'. Sono davvero onorato di servire con voi oggi. Grazie ragazzi". 

Sorelle sudanesi raccontano cos'è l'immigrazione: "Abbiamo provato ad attraversare il mare 3 volte, ci hanno bucato il gommone .. voglio fare il medico per aiutare"

Questore a Lampedusa per conoscere la realtà migranti, Ricifari: "Isolani consapevoli della gravità e preoccupati per la vivibilità dell'isola"

Video popolari

Festa del lavoro ed emergenza migranti, il questore torna a Lampedusa: "Grazie a tutti coloro che servono il Paese"

AgrigentoNotizie è in caricamento