menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

Tredici migranti feriti o ammalati sono giunti a Lampedusa

Con due diverse motovedette della Capitaneria di porto, i profughi, dopo essere stati salvati a circa 120 miglia dalla costa, sono stati portati nella più vicina struttura sanitaria: il Poliambulatorio delle Pelagie

Tredici migranti, bisognevoli di cure ed assistenza, sono stati portati - con le motovedette della Capitaneria di porto - a Lampedusa e subito accompagnati al Poliambulatorio. Tutti facevano parte di gruppi, ben più consistenti, di migranti salvati a circa 120 miglia dalla costa siciliana. In questo caso, trattandosi di migranti che avevano bisogno di assistenza sanitaria, si è deciso per l'immediato accompagamento verso la più vicina struttura sanitaria: il poliambulatorio di Lampedusa appunto. 

Stanotte, all'una e quindici circa, sono arrivati, sulla più grande delle isole Pelagie, in sei. Stamani, alle 9, altri sette. I medici del Poliambulatorio li stanno assistendo e laddove sia necessario verranno trasferiti in strutture sanitarie più attrezzate. Nessuno dei 13 sarebbe però, in pericolo di vita. 

Intanto, a mezzogiorno, con il traghetto di linea, 87 migranti hanno lasciato il centro d'accoglienza e vengono trasferiti verso Porto Empedocle dove giungeranno in serata e da dove saranno poi accompagnati a Villa Sikania a Siculiana. 

Nella struttura di contrada Imbriacola, a Lampedusa, restano 470 persone. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento