rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Quello scoglio che salva / Lampedusa e Linosa

Prima bimba nata a Lampedusa dopo 51 anni, Maria verrà battezzata sull'isola

La piccola, giunta ieri con mamma e papà, questo pomeriggio riceverà la cittadinanza onoraria e le verrà intitolato il parco giochi realizzato in via Roma con i fondi Fami del ministero dell'Interno

Maria, la bimba che il 31 luglio del 2021 nacque a Lampedusa, verrà battezzata domani, durante la messa serale, nella parrocchia di San Gerlando. La piccola, che adesso ha 2 anni e mezzo, accompagnata da mamma e papà, è arrivata ieri - da Cassaro (Siracusa) dove sono ospiti della rete Sai (sistema accoglienza integrazione) gestita dalla cooperativa Passwork - sulla maggiore delle isole Pelagie. Ad accoglierla il sindaco Filippo Mannino che ha tanto voluto la cittadinanza onoraria, deliberata dal consiglio comunale, per la piccola. Cittadinanza che verrà conferita questo pomeriggio, quando in via Roma verrà intitolato sempre a Maria il parco giochi realizzato con i fondi Fami del ministero dell'Interno.

È venuta alla luce sull'isola dove non si nasce, cittadinanza onoraria a Maria: simbolo di chi ce l'ha fatta

Mannino, ieri, accogliendo la famiglia, ha chiesto loro se fossero cattolici e se era possibile un incontro con la comunità dei fedeli di Lampedusa. I genitori di Maria si sono detti disponibili all'incontro, ma hanno anche manifestato l'intenzione di battezzare la piccola proprio nella sua isola. Stamani è stato contattato il parroco che ha dato il via libera e che ha già trovato la tutina bianca da far indossare a Maria che sarà così lampedusana a tutti gli effetti.

cittadinanza onoraria di lampedusa a maria

Maria è stata la prima bambina a nascere, dopo 51 anni, a Lampedusa dove le donne non partoriscono per mancanza di strutture sanitarie adeguate.

Lampedusa, dal viaggio alla speranza: al Poliambulatorio nasce la figlia di una donna ivoriana

Maria è nata nell'ambulatorio del punto territoriale d'emergenza (Pte). Rita, ivoriana di 38 anni, già mamma di due figli rimasti in Costa d'Avorio, era nel gruppo di migranti salvati e sbarcati poco prima a molo Favarolo. La donna, giunta alla fine della gestazione, è stata portata in via precauzionale al poliambulatorio. Al Pte la donna ha iniziato il travaglio e non è stato possibile trasferirla in elisoccorso. Ad assisterla e supportarla Maria Raimondo, infermiera di Corleone in servizio all'ambulatorio di Lampedusa, da cui la piccola ha preso il nome. La cittadinanza onoraria e l'intitolazione del parco, sarà presente per il dipartimento Libertà civili e immigrazione il vice prefetto Carmen Cosentino, sono state decise proprio perché Maria, esempio di chi ce l'ha fatta, è il simbolo della speranza.

Cittadinanza onoraria alla piccola Maria

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima bimba nata a Lampedusa dopo 51 anni, Maria verrà battezzata sull'isola

AgrigentoNotizie è in caricamento