rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Micro-addebiti e "stangate" a giovani e anziani: denunciate quattro nuove frodi online

Un ventunenne ha subito, sul suo bancomat Unicredit, ben quattro transazioni per un totale di 215,88 euro

Ragazzi, ma anche anziani. Nella “rete” dei frodatori online finisce chiunque. Chiunque abbia una prepagata. Quattro le denunce, a carico di ignoti, formalizzate nelle ultime ore ai poliziotti della caserma “Anghelone” della polizia di Stato. Tutte con lo stesso, identico, modus operandi: qualcuno – capace di non riuscire a lasciare tracce o indizi – effettua addebiti sulle prepagate attraverso dei siti internet esteri. I poliziotti delle Volanti hanno raccolto le denunce e hanno trasmesso, o trasmetteranno nei prossimi giorni, i fascicoli redatti per ogni caso alla polizia Postale di Palermo. Spetterà a loro provare, laddove possibile, a fare chiarezza e a individuare chi ha realizzato, e con quale escamotage, quelle frodi.

All’ufficio Denunce della Questura si è presentato un trentacinquenne che ha raccontato d’aver subito un addebito, da un sito internet estero sul quale l’extracomunitario non è mai nemmeno andato, da 37,80 euro. Ma anche un agrigentino sessantatreenne che si è invece visto fare due addebiti per complessivi 31,83 euro sulla sua PostePay e un ventunenne che ha subito, sul suo bancomat Unicredit, ben quattro addebiti per un totale di 215,88 euro. Ed ancora un cinquantasettenne che s’è visto notificare, attraverso la app, ben dieci transazioni per un totale di complessivi 21,65 euro. Micro-addebiti in questo caso fatti sulla sua PostePay. Tutti hanno, come sempre avviene in casi di questo genere, formalizzato denuncia a carico di ignoti. Nessuno dei denuncianti ha mai, infatti, ceduto o prestato la propria carta prepagata ad altre persone. Tutti però si sono visti fare degli addebiti da siti internet esteri dove molti non avevano neanche fatto accesso. Una “storia” che, purtroppo, tanto ad Agrigento quanto nel resto della provincia e in tutta la penisola, si ripete con una sistematicità allarmante. Dal lockdown in poi c’è una vera e propria emergenza frodi online. Chi riesce a sottrarre soldi ai possessori delle prepagate, PostePay per la maggior parte, nella maggior parte dei casi fa – sperando che quelle operazioni passino inosservate - dei micro-addebiti. Ma talvolta, come nel caso del ventenne agrigentino, si è arrivati ad un totale di ben 215,88 euro con quattro diverse transazioni.

Le ultime quattro vittime delle frodi online hanno disconosciuto quelle operazioni e hanno, naturalmente, subito bloccato i propri strumenti finanziari. Da tempo ormai, le forze dell’ordine – polizia e carabinieri soprattutto – continuano a richiamare tutti gli agrigentini alla prudenza. Attenzione fondamentale per evitare di incappare in truffe online, ma, purtroppo, non nelle frodi, come dimostrano i fatti e il ripetersi delle denunce fatte dagli agrigentini vittime. Perché per finire nelle “maglie” delle frodi online basta, purtroppo, soltanto essere possessori di una prepagata e aver fatto acquisiti online.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Micro-addebiti e "stangate" a giovani e anziani: denunciate quattro nuove frodi online

AgrigentoNotizie è in caricamento