rotate-mobile
Cronaca

Messina in videoconferenza per la prima udienza

Molti i parenti presenti, tra cui la moglie alla quale ha dedicato un pensiero ed un saluto...

E’ tornato a farsi vedere. Dimagrito, tonico, talvolta sorridente. Gerlandino Messina, ad un anno esatto dalla cattura è comparso stamani, in video conferenza, davanti ai giudici  del Tribunale di Agrigento, per la prima udienza di un processo che lo vede imputato per il reato di illecito possesso e porto di armi e munizioni. Un’aula gremitissima ha atteso il collegamento in videoconferenza per la prima uscita pubblica di Messina. Molti i parenti presenti, tra cui la moglie alla quale ha dedicato un pensiero ed un saluto affidati all’avvocato difensore, Salvatore Pennica. “Vedo che c’è mia moglie tra il pubblico – ha detto –  me la saluti e dica di stare tranquilla”.

Gerlandino Messina, da un anno rinchiuso nel supercarcere di Tolmezzo, dedica ogni giorno un’ora del suo tempo per fare attività fisica, ha perso oltre dieci chili, soffre la carcerazione dura prevista dal regime di 41 bis ed è consapevole che oltre alle accuse che sinora sono state mosse nei suoi confronti altre contestazioni verranno aggiunte anche per reati gravi come l’omicidio. Per la cronaca, oggi, il boss era chiamato a rispondere alla giustizia per le pistole e le munizioni che gli sono state trovate il 23 ottobre scorso nel suo ultimo covo di via Stati Uniti, a Favara. Detenzione illegale di armi e munizioni e ricettazione, quindi,  aggravati dall’agevolazione dell’associazione mafiosa.

I carabinieri del Reparto operativo e le teste di cuoio del Gis fecero irruzione nella palazzina ponendo fine alla sua latitanza iniziata undici anni prima. I militari gli trovarono due pistole (una calibro 357 magnum e una Beretta calibro 9) pronte per l’uso. Le armi avevano la matricola alterata. Dentro l’appartamento anche 90 proiettili e 26 cartucce. Il processo è stato rinviato al prossimo nove novembre. In quella data verranno sentiti i primi testimoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messina in videoconferenza per la prima udienza

AgrigentoNotizie è in caricamento