menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Stradale alla rotonda Giunone

La Stradale alla rotonda Giunone

Meno incidenti ma restano velocità, ebbrezza e mezzi non assicurati: il bilancio della Stradale

Durante il 2020 sono stati pizzicati 191 automobilisti con il cellulare in mano e 1.110 senza la cintura di sicurezza allacciata. Due i mortali, erano stati 6 nel 2019

Gli incidenti stradali – anche per effetto del lockdown e dunque spostamenti assai limitari – sono calati da 137 dello scorso anno a 102 di questo 2020. Due i mortali, mentre invece nel 2019 erano stati ben sei. Tempo di bilanci anche per la polizia Stradale di Agrigento, coordinata dal vice questore Andrea Morreale, che ha dislocato sul territorio ben 3.052 pattuglie, effettuato 1.055 soccorsi e rilevato 7.651 infrazioni.

Fra queste, restano in auge – nonostante appunto il lockdown – quelle per veicoli privi di copertura assicurativa: quest’anno i multati sono stati 538, mentre nel 2019 erano stati 725. Nell’Agrigentino si continua ad avere, nonostante le limitazioni agli spostamenti dovuti al lockdown, il piede pesante. Sono stati ben 592 i contravvenzionati di questo 2020, erano stati 521 l’anno scorso. Merito, in questo caso, non soltanto dei poliziotti che vengono sistematicamente dislocati lungo le principali strade statali. Ma anche delle attrezzature perché quest’anno la Stradale ha a disposizione ben tre telelaser Trucam. Nel 2019 ce n’era infatti soltanto una. Si tratta di un'apparecchiatura che è dotata di una videocamera ed è in grado di generare brevi video come prova delle infrazioni accertate.

Calano omicidi, furti e rapine, ma aumentano truffe e frodi online: la provincia è sempre più sicura

Fra le cause degli incidenti stradale, anche mortali, oltre all’eccesso di velocità c’è la distrazione dovuta all’uso del telefono cellulare. E di automobilisti con il cellulare in mano, quest’anno, i poliziotti della Stradale ne hanno pizzicato ben 191. Erano stati invece 393 l’anno passato. Non passa di moda, poi, la brutta abitudine di non allacciare la cintura di sicurezza. I multati del 2020 sono stati 1.110, mentre l’anno prima erano stati 1.929. Calate, certamente per effetto del lockdown, ma non azzerate le guide in stato d’ebbrezza: 74 i sanzionati di quest’anno, mentre l’anno prima gli automobilisti alticci pizzicati erano stati ben 214. Gli agenti di Agrigento e dei distaccamenti di Canicattì e Sciacca hanno anche fatto ben 494 multe per mancata revisione, hanno ritirato 173 patenti e decurtato 9.788 punti. Le infrazioni rilevate durante l’emergenza sanitaria Covid-19 sono state, inoltre, ben 725: automobilisti che sono stati controllati mentre si spostavano arbitrariamente, senza alcuna valida motivazione, ma anche gente senza mascherina di protezione e più giovani, non dello stesso nucleo familiare, trovati all’interno dell’abitacolo dello stesso mezzo. Gli incidenti con solo feriti, quest’anno, sono stati 69 e le persone che si sono fatte male sono state 114. Appena 31 invece i sinistri con solo danni alle cose.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento