"In Municipio con la scacciacani", giudizio immediato per impiegato

La prima udienza, per l'indagato 53enne, è stata fissata per il 26 giugno

(foto ARCHIVIO)

Giudizio immediato - con udienza fissata per il 26 giugno prossimo - per Filippo Giarraputo, 53 anni, dipendente comunale di Menfi che venne arrestato, in Municipio, lo scorso 31 dicembre per porto di arma clandestina. A chiedere il giudizio immediato è stata la Procura di Sciacca. A concederlo il gip Alberto Davico.

In Municipio con una scacciacani sotto il giubbotto: arrestato impiegato comunale 

A Giarrapunto, che è difeso dall'avvocato Calogero Lanzarone, vengono contestate le ipotesi di reato: porto di arma modificata, detenzione di una cartuccia calibro 12 e di un coltello con lama di 9 centimetri. E' stato il sostituto procuratore Christian Del Turco a coordinare le indagini e ad avanzare la richiesta di giudizio immediato accolta dal giudice. L'indagato, al momento, si trova agli arresti domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento